Pappardelle saporite con crema di cavolfiore e paprika

Ciao a tutti dalla vostra Marianna! Le pappardelle saporite con crema di cavolfiore e paprika rappresentano un modo diverso di mangiare cavolfiori, il detestato ortaggio per quel suo caratteristico odore di cavolo. Infatti tutti i cavoli, incluso il cavolfiore, durante la cottura emanano un odore nauseante. Tale odore permane nell’ambiente in quanto è dovuto ai componenti di zolfo, presenti nei cavolfiori, che non si disperdono molto facilmente. Un trucco per togliere quell’odore è spremere il succo di un limone intero nell’acqua di cottura. Volete sapere l’origine di questo trucco? Andate a curiosare nella ricetta delle Orecchiette ai broccoli baresi!

Tuttavia il cavolfiore contiene sostanze nutritive molto utili, che prevengono addirittura il cancro e talune malattie. L’unico problema è che si disperdono con la cottura, quindi è preferibile cuocerli nella pentola a pressione. Se vi piacciono molto potete gustarli anche crudi in insalata. Eppure è proprio il cavolfiore che in questa ricetta ci regala il meglio di sé, saltato in olio extra vergine d’oliva e arricchito con briciole di pane tostato e paprika. Gusto e croccantezza in un’unica ricetta! Le pappardelle saporite con crema di cavolfiore e paprika sono una ricetta semplice e veloce da fare, che si prepara in poco più di trenta minuti.

Pappardelle con crema di cavolfiore e paprika

Porzione: 4

Ingredienti

  • Paccheri con crema di cavolfiore e paprika - Ingredienti 
  • 300 g di pappardelle
  • 1/2 di cavolfiore bianco
  • olio EVO
  • mollica di pane tostato o pangrattato
  • olio di arachidi o olio per friggere
  • aglio svestito
  • paprika dolce
  • formaggio grattugiato

Istruzioni

  1. Paccheri con crema di cavolfiore e paprika - Preparazione
  2. Pulite il cavolfiore e riducetelo con le mani in pezzi piccoli. Sciacquate sotto l’acqua corrente e cuocete a vapore per 15-20 minuti circa. Una volta intiepidito, passatelo nel mixer e frullatelo fino a ottenere una crema compatta e omogenea. In una padella fate scaldare l’olio e, quando è caldo, fate tostare la mollica di pane ridotta in briciole, insieme a un'abbondante spolverata di paprika.
  3. In una padella, con un filo d’olio di extra vergine di oliva fate imbiondire un aglio svestito e, appena abbronzato, togliete e aggiungete la crema di cavolfiore, aggiungete un pizzico di sale e fate insaporire a fuoco medio per qualche minuto. Cuocete le pappardelle in abbondante acqua salata, scolatele al dente e unitele alla crema di cavolfiore, insieme ad un mestolo di acqua di cottura. Fate insaporire e spegnete. Impiattate e completate il piatto mettendo sulle pappardelle le briciole di pane tostato e una spolverata di formaggio e paprika a piacere.
http://www.assaggidimondo.it/pappardelle-saporite-con-crema-di-cavolfiore-e-paprika/

Il cavolfiore si presta a molte ricette. In estate è molto buono cotto al vapore, lasciato raffreddare e poi mangiato in insalata. In inverno o nei periodi più freddi è ottimo gratinato o pastellato. Un’idea sfiziosa e tipicamente napoletana è la cosiddetta “insalata di rinforzo”. Veniva chiamata così perché costituiva una portata in più nelle cene di Natale, in particolare della Vigilia, composte essenzialmente da pesce e quindi ritenute “leggere”. Si compone di cavolfiore lessato, olive verdi, cetrioli sottaceto, cipolline, giardiniera, peperoni dolci o piccanti e acciughe sotto sale. Si unisce tutto e si condisce con un filo di olio extra vergine d’oliva.

Cosa ne pensate? Un bacio e a presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *